La Scuola

“Il mio scopo non è insegnarvi a recitare,
il mio scopo è aiutarvi a creare un uomo vivo da voi stessi.” (K. Stanislavskij)

La Scuola di Recitazione del Teatro della Brigata si articola in una serie di percorsi che, attraverso un triennio dedicato agli adulti, corsi annuali specifici per differenti fasce di età fra ragazzi e bambini ed una rassegna di laboratori intensivi con professionisti provenienti da tutta Italia, puntano a fornire all’allievo attore strumenti espressivi via via sempre più ampi e a farsi un’idea sempre più consapevole di sé e del panorama teatrale nazionale e non solo che lo circonda.

Obiettivo del percorso pedagogico che la struttura propone è quello di far capire come la recitazione non possa essere essere interpretata semplicemente come un mero bagaglio tecnico, fisso e immutabile, che una volta acquisito “trasforma” automaticamente lo studente in un attore pronto e finito, in grado di affrontare il lavoro professionistico e il difficile mercato attuale.

L’idea che vorremmo comunicare, a quanti decideranno di iscriversi ai nostri corsi, è quella invece che il teatro, al pari della materia di cui si occupa e cioè l’essere umano, è un organismo vivo, che ha bisogno di tempo, cura e approfondimenti continui e sempre più importanti specie se, dopo la nostra preparazione, si intenderà proseguire verso una realizzazione professionale.

I partecipanti per questo saranno sollecitati a superare i propri pregiudizi, ad usare gli stimoli che riceveranno per compiere un percorso di scoperta personale, di ascolto dello spazio, del proprio corpo, della propria voce, della relazione con i compagni sulla scena, il tutto a servizio di un altro fondamentale protagonista senza il quale, ogni nostro sforzo sarebbe del tutto inutile: il pubblico.

Questo percorso è dunque rivolto non soltanto a coloro che intuiscano dentro di sé il desiderio di diventare nel proprio prossimo futuro degli attori ma a quanti coloro siano affascinati da questo linguaggio, certi di voler amplificare la propria capacità comunicativa come il proprio sguardo da spettatore, consapevolezza che oggi risulta essere sempre più importante, dal momento che le logiche produttive, in larga scala tendono a volerci assuefare alla banalità e al brutto.

Attraverso la pedagogia proposta da Stanislavskij, Jacques Lecoq, Luca Ronconi, Nicolaj Karpov e tutto ciò che è di diretta derivazione dalla maturazione della nostra esperienza nel settore, guideremo gli allievi all’ acquisizione di elementi di base della recitazione teatrale e alla conoscenza della drammaturgia classica e contemporanea mondiale.

REGOLAMENTO SCUOLA BRIGATA